Diario di astronomia - Note

Dati, immagini ed orari, ove non diversamente specificato, si riferiscono ad una Longitudine di 12°30' E e ad una Latitudine di 41°53' N (Roma) al livello del mare. Tutti gli orari sono espressi in ora solare ed in T.M.E.C. (+1 GMT), aggiungere quindi un'ora nel periodo di validità dell'ora legale (dall'ultima domenica di Marzo, all'ultima domenica di Ottobre).

Eventi

L'elenco dei principali eventi astronomici del mese riporta:

  • le principali fasi lunari (in corrispondenza della Luna Nuova viene indicata la corrente durata del mese sinodico, intervallo fra due fasi uguali, in corrispondenza della Luna Piena il numero della lunazione corrente);
  • il perigeo e l'apogeo dell'orbita lunare, rispettivamente i punti di minore e massima distanza dalla Terra (in corrispondenza del perigeo viene indicato il valore del corrente mese anomalistico, intervallo fra due passaggi al perigeo);
  • i passaggi ai nodi orbitali della Luna (in corrispondenza del nodo ascendente viene indicata la corrente durata del mese draconico, intervallo fra due successivi passaggi allo stesso nodo orbitale;
  • le massime declinazioni lunari;
  • i solstizi e gli equinozi della Terra (inizio stagioni astronomiche);
  • l'ingresso del Sole nelle costellazioni dello zodiaco;
  • i passaggi ai nodi orbitali, il perielio e l'afelio della Terra e dei pianeti (minore e massima distanza dal Sole), le configurazioni planetarie (congiunzioni inferiori e superiori di Mercurio e Venere, opposizioni e congiunzioni col Sole di Marte, Giove, Saturno, Urano e Nettuno), massime elongazioni occidentali ed orientali di Mercurio e Venere (massime distanze angolari dal Sole), stazioni (istanti di passaggio dal moto diretto, da Ovest verso Est, a quello retrogrado, da Est verso Ovest);
  • le mutue congiunzioni ed i raggruppamenti (congiunzioni multiple) fra Luna, pianeti, stelle (Antares, Aldebaran, Polluce, Regolo, Spica) ed ammassi aperti (Iadi, Pleiadi, Presepe);
  • le eclissi lunari e solari;
  • il massimo dei maggiori sciami meteoritici.

A corredo di alcuni eventi visibili (congiunzioni, opposizioni, massime elongazioni, eclissi, ecc...), una immagine esplicativa, accessibile in una nuova pagina tramite il relativo link, mostrerà la raffigurazione celeste dell'evento astronomico per l'ora di calcolo, o nelle ore immediatamente seguenti o precedenti, qualora l'evento si verifichi in condizioni di non visibilità (alla luce del giorno o corpo celeste sotto l'orizzonte).

Mappa celeste

La mappa celeste rappresenta la proiezione altazimutale alle ore 22:00 del giorno 15 del mese ed è valida (solo per stelle e costellazioni e non per pianeti e Luna le cui posizioni si riferiscono unicamente per la data e l'ora di calcolo) anche per le ore 23:00 del primo giorno del mese e per le ore 21:00 dell'ultimo giorno del mese. In essa sono riportate le costellazioni e le stelle fino alla magnitudine 5.0, più gli eventuali pianeti e la Luna qualora siano anch'essi visibili. La proiezione altazimutale è da considerarsi come la visuale celeste di un osservatore che guardi allo zenit con il corpo rivolto a Sud.

Effemeridi

Le tavole delle effemeridi, valide per le ore 00:00 di ogni giorno del mese, riportano i corrispondenti valori della data, dell'anno decimale (A D giorno dell'anno), del giorno giuliano (G.GIUL.), del Tempo Siderale Locale (T.S.L.), dell'Equazione del Tempo (EQT differenza fra tempo solare vero e tempo solare medio), gli istanti d'inizio e fine del crepuscolo civile, nautico ed astronomico più gli istanti del sorgere e tramonto del Sole e la rispettiva durata del giorno e della notte. Nelle corrispondenti colonne dei corpi celesti sono riportate invece: A.R. (ascensione retta), DECL (declinazione), ALT (altezza), AZIM (azimut, da Nord in senso orario), LONG (longitudine eclittica), LAT (latitudine eclittica), GDIS (distanza dalla Terra in U.A., per la Luna in km), HDIS (distanza dal Sole in U.A.), ELON (la corrente distanza angolare dal Sole), COS (la costellazione in cui risiede il corpo celeste) ed infine SRG, TNS, TMT (gli istanti del sorgere, transito e tramonto).

Pianeti

Le immagini relative ai pianeti riportano le loro posizioni zodiacali ed eliocentriche, valide per il 15 del mese alle ore 00:00, le loro traiettorie mensili, il grafico della loro elongazione e quindi la visibilità per il mese corrente:

  • Posizioni zodiacali - L'immagine riporta l'intera fascia celeste compresa fra i 60° e i -60° di declinazione, le traiettorie mensili dei pianeti, del Sole e della Luna, le posizioni della Luna nelle 4 principali fasi lunari, l'equatore celeste e l'eclittica. Quando i pianeti o la Luna si troveranno alla sinistra del Sole, essi saranno visibili di sera ad Ovest dopo il tramonto, viceversa, quando occuperanno nell'immagine una posizione situata alla destra del Sole, essi risulteranno visibili di mattina ad Est prima del sorgere del Sole. Nel caso delle congiunzioni superiori di Mercurio e Venere, e delle congiunzioni degli altri pianeti, la relativa immagine potrebbe rimanere, in tutto od in parte, occultata da quella del Sole. La fascia colorata in azzurro rappresenta la parte della sfera celeste illuminata dal Sole.
  • Posizioni eliocentriche - L'immagine riporta le orbite dei pianeti ed i loro percorsi mensili. Il segno Y rappresenta la direzione del punto d'Ariete o Equinozio di Primavera.
  • Grafico della visibilità - In esso sono rappresentate le elongazioni dal Sole dei pianeti e della Luna. Quando i pianeti o la Luna si troveranno alla sinistra del Sole, essi saranno visibili di sera ad Ovest dopo il tramonto, viceversa saranno visibili di mattina ad Est prima del sorgere del Sole. Alla distanza massima di 12 ore i pianeti saranno all'opposizione, la Luna nella fase di Luna Piena, e perciò saranno visibili dal tramonto al sorgere del Sole. Ad una distanza di 6 ore Marte, Giove, Saturno, Urano e Nettuno saranno in quadratura, la Luna al Primo od all'Ultimo Quarto, e perciò visibili in prima serata, subito dopo il tramonto del Sole, se rappresentati alla sinistra del Sole, o viceversa dopo la mezzanotte fino al sorgere del Sole, se rappresentati alla sua destra. Stesso discorso per i pianeti interni Mercurio e Venere, ma limitato ad una distanza di circa 2 e 4 ore dal tramonto o prima del sorgere del Sole. Ogni incrocio fra le varie traiettorie rappresenta le reciproche congiunzioni fra Sole, Luna e pianeti, mentre la fascia in azzurro è da considerarsi come la zona di non visibilità dei pianeti perché vicini al Sole.

Luna

Il calendario lunare riporta la fase corrente alle ore 12:00 di ogni giorno del mese, più gli istanti di sorgere e tramonto e le principali fasi lunari. In aggiunta nell'immagine delle effemeridi fisiche del mese sono riportate il valore dell'età lunare, la frazione illuminata, il semidiametro, il lembo illuminato del disco lunare, l'inclinazione dell'asse lunare ed i valori della librazione in longitudine e latitudine correnti.